Home arrow Archivio notizie arrow Marco Jardini: Una stagione sicuramente molto positiva
Sunday 25 February 2018
Home
Home
News
Notizie
Annunci
Archivio Annunci
Archivio notizie
FSIH
LNB
Donne
Juniori Gruppo B
Mini Gruppo D
Novizi Gruppo C
Sponsor
Sponsor
Club
Comitato
Storia
Statuto
Contattaci
Diversi
Foto
Links
Cerca
Giochi
Contattaci
 
Marco Jardini: Una stagione sicuramente molto positiva PDF Stampa E-mail
Wednesday 23 November 2005
Il bilancio del vicepresidente dell'Associazione cantonale

 

skater hockey 

 

(Articolo tratto dal GdP)

 

A quasi un mese dal termine dell’attività agonistica – e prima di dare il via alla serie di servizi che presenteranno tutte le società ticinesi di skater hockey – è giunto il momento di fare un bilancio di quella che per l’inline cantonale è stata una stagione sicuramente positiva. « Possiamo dirci molto soddisfatti – ci ha detto Marco Jardini, vicepresidente dell’Associazione Ticinese Inline Skater Hockey ( ATISH) – e questo per diversi fattori.
Dapprima perché abbiamo notato una costante evoluzione del livello del gioco, soprattutto da parte dei club confederati, che dimostrano sempre più dinamismo e una preparazione mirata. In seguito perché vi è stato un aumento sia degli spettatori presenti alle partite, sia dell’interesse dei media verso il nostro sport. Infine, grande motivo di gioia è stata l’inaugurazione del Palamondo di Cadempino che, ne siamo sicuri, darà ulteriore slancio allo skater ticinese » . A livello prettamente sportivo, dopo aver elogiato il comportamento di tutte le formazioni cantonali impegnate nei vari campionati, Jardini sottolinea l’impresa dei Novaggio Twins, che hanno raggiunto la promozione in LNA dopo una serie di playoff davvero appassionante. Il vice- presidente dell’ATISH ha parole d’elogio anche per le finali di Coppa Europa Novizi, che si sono svolte nel mese di ottobre al Palamondo, « organizzate in modo perfetto dal Sayaluca Lugano, che ha offerto un ottimo spettacolo e ha evidenziato il potenziale di sviluppo che questo sport ha in Ticino » .

Nonostante il bilancio positivo, l’ATISH non ha comunque intenzione di sedersi sugli allori. Per il futuro vi sono infatti importanti obiettivi da raggiungere: « Innanzitutto – ci spiega Jardini – vogliamo sostenere i club ticinesi nel consolidamento, ma anche nell’evoluzione, delle loro attività, così da poter mantenere il passo delle società confederate. In secondo luogo, cercheremo di diffondere questo sport anche nel Sopraceneri, dove purtroppo vi è carenza di club e squadre. In questo senso, l’ATISH è a completa disposizione di chiunque volesse iniziare questo tipo di discorso a nord del Monte Ceneri » . ( AN. TO.)

 
< Prec.   Pros. >
(C) 2006 SHC Novaggio Twins || Powered by Enrico Boggia